Subappalto: la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ritiene illegittimo il limite massimo del 30%

La Corte di Giustizia europea, con Sentenza del 26 settembre 2019, causa C-63/18 –  di cui alleghiamo il testo – si è espressa sul rinvio pregiudiziale operato dal Tar Lombardia sulla conformità di una norma del Codice dei Contratti Pubblici rispetto alla normativa europea. Secondo la Corte di giustizia europea, l’art. 105, comma 2 del Codice dei contratti che limita […]

Leggi tutto
Se la sentenza riporta due date di deposito spetta al giudice verificare quella dell’effettiva pubblicazione

Sul tema la Corte di Cassazione con la sentenza n. 23391/19, depositata il 19 settembre ha stabilito che “Nel caso in cui sulla sentenza siano apposte due date di deposito va individuata l’effettiva data di pubblicazione poiché è l’unica che rileva ai fini della decorrenza del termine per impugnare. Tale compito spetta al giudice «sulla scorta degli elementi fattuali versati […]

Leggi tutto
Valida la nomina del difensore di fiducia trasmessa a mezzo PEC ?

Il conferimento dell’incarico al difensore di fiducia, avvenuto con la produzione di una semplice copia dell’atto trasmessa via PEC, non può avere efficacia dimostrativa della volontà dell’interessato. Lo ribadisce la Corte di Cassazione con sentenza n. 38665/19 depositata il 19 settembre. Il Giudice dell’esecuzione, dopo aver rigettato l’istanza di rinvio per legittimo impedimento dell’avvocato, revocava l’indulto al condannato per aver […]

Leggi tutto
Mancato pagamento del canone di locazione: competenza del Tribunale o Giudice di Pace?

Tutte le controversie in materia di locazioni immobiliari esulano dalla competenza del Giudice di Pace, sia perché questi è competente soltanto per le cause relative a beni mobili, sia perché la competenza in materia di locazione di immobili urbani è stata attribuita alla competenza del tribunale. Con l’ordinanza n. 20554/19, emessa all’esito di un regolamento di competenza, la Suprema Corte […]

Leggi tutto
Contratto a termine: l’onere del datore di specificare le ragioni sostitutive

La Suprema Corte con sentenza n. 21672/19 depositata il 23 agosto ha statuito che “In tema di assunzione a termine di lavoratori subordinati per ragioni di carattere sostitutivo, l’onere di specificazione di dette ragioni è collegato alla finalità di assicurare la trasparenza e la veridicità della causa dell’apposizione del termine e l’immodificabilità della stessa nel corso del rapporto”. La Corte […]

Leggi tutto
Prescrizione: chi paga le spese processuali della parte civile?

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 27316/19, depositata il 19 giugno ha chiarito che “Soltanto la parte interamente vittoriosa non può essere condannata, neanche in minima quota, al pagamento delle spese processuali. La pronuncia di intervenuta prescrizione del reato non può dunque essere considerata come indice della soccombenza della parte civile”. La Corte d’Appello di Catania, in riforma […]

Leggi tutto
L’Usufrutto

L’usufrutto è anche definito un diritto reale e parziario. Reale perché riguarda un bene, in questo caso un bene immobile, parziario perché coesiste con un altro diritto che è quello di Nuda proprietà. L’art. 981 del codice civile, assicura ad un soggetto (l’usufruttuario) il diritto di utilizzare e godere di bene che è di proprietà altrui. Il proprietario viene a […]

Leggi tutto
Usucapione, caratteri essenziali

L’usucapione è un modo di acquisto a titolo originario della proprietà, o di un diritto reale di godimento, che si realizza mediante il possesso protratto per un certo periodo di tempo. Gli elementi essenziali perchè si possa configurare l’usucapione sono: – il possesso della cosa – il trascorrere del tempo Come deve essere il possesso della cosa? Ai fini dell’usucapione, […]

Leggi tutto
E’ punibile l’autista ubriaco nel veicolo fermo?

I carabinieri hanno notato un uomo «zigzagava con la macchina», hanno subito provveduto a fermarlo e il successivo controllo ne ha fatto emergere la «condizione di ebbrezza». L’automobilista finito sotto processo a seguito di un controllo dei carabinieri viene ritenuto colpevole di «guida in stato di ebbrezza». Consequenziale la pena, ossia «quattro mesi di arresto, 1.000 euro di ammenda e […]

Leggi tutto
Cassazione. Condannato per due piantine di cannabis

Condannato per due piantine di cannabis ad otto mesi di reclusione e 1.000 euro di multa per avere coltivato sul terrazzino di casa due piante di cannabis. Decisivo il fatto che il principio attivo da esse contenuto era corrispondente a circa 55 dosi medie singole (Cassazione, sentenza n. 24635/19, sez. III Penale, depositata oggi). Luogo della vicenda è il territorio […]

Leggi tutto

Pagina successiva »