Pubblicato in G.U. il Regolamento recante la disciplina delle modalità di iscrizione invia telematica degli atti di ultima volontà nel registro generale dei testamenti su richiesta del notaio o del capo dell’archivio notarile, ex art. 5-bisl n. 307/1981, come modificato dall’art. 12, comma 7, l. n. 246/2005 recante semplificazione e riassetto normativo per l’anno 2005.

Termini e modalità tecniche di trasmissione telematica.

La richiesta di iscrizione viene redatta in originale tramite l’uso di apposi strumenti software in conformità alle norme del codice dell’amministrazione digitale. Il documento informatico è sottoscritto dal capo dell’archivio notarile con firma digitale e dai notai. Tale richiesta deve essere trasmessa come allegato di una PEC all’indirizzo di posta elettronica indicato dall’art. 16, commi 7 e 8, d.l. n. 185/2008, convertito in l. n. 2/2009 (non possono essere trasmesse più richieste di iscrizioni con un unico messaggio di posta elettronica).
Arrivata la ricevuta di avvenuta consegna al notaio e al capo dell’archivio notarile, il registro generale dei testamenti comunica al richiedente, con messaggio PEC, il numero e la data di registrazione della richiesta.
La richiesta è trasmessa direttamente al registro generale dei testamenti dal notaio entro 10 giorni e dal capo dell’archivio notarile entro 3 giorni dalla data in cui si realizzano i presupposti per la richiesta di iscrizione. Essa è soggetta ad imposta di bollo, così come si evince dall’art. 4 del decreto ministeriale.
Il registro generale dei testamenti è disponibile, salvo cause di forza maggiore o caso fortuito, nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 18:00.